Mostre, racconti di tonnara, canti della tradizione, visite guidate, laboratori, degustazioni, cooking demo, talk show, bike tour, regate e pesca è anche questo “Pescebello Fish Tour delle Isole – speciale Tonnara” che si svolgerà tra Favignana, Levanzo e Marettimo il prossimo weekend, dal 29 giugno all’1 luglio.

La manifestazione è organizzata dal FLAG (Fisheries Local Action Group) – Gruppo di Azione Costiera (GAC) Isole di Sicilia, che punta a promuovere e rafforzare la competitività delle zone di pesca, ristrutturare e orientare le attività economiche, promuovendo pesca-turismo ed itti-turismo senza determinare un aumento dello sforzo di pesca.

L’obiettivo è quello di promuovere la tonnara quale attrattore culturale e la “civiltà della tonnara” come patrimonio storico culturale delle marinerie e dei territori. La tonnara fissa di Favignana, infatti, è in corso di riattivazione, pronta, dopo 11 anni a riprendere la sua storica attività. A partire dal 2016 gli ultimi “tonnaroti”, circa 20 operatori, hanno lavorato e rimesso in mare le reti della tonnara, sistemato il naviglio di pertinenza e altre attività finalizzate alla pesca del tonno in tonnara secondo la tradizione locale.

Sino ad oggi la pesca tradizionale del tonno a Favignana si può solo simulare, come attrazione per i turisti che visitano l’ex stabilimento Florio. Alla fine del mese di maggio e i primi di giugno vengono messe in mare le reti, si effettua la “mattanza” simulata: i tonni pescati vengono subito rilasciati in mare. Ma la tonnara potrebbe già concorrere alla pesca del tonno con una quota pari a 100 tonnellate. Sarebbe l’unica autorizzata alla pesca in Sicilia e la quarta in Italia, le altre tre sono attive in Sardegna. Università degli Studi, Enti di ricerca, altri enti ed istituzioni, inclusi gli ambientalisti hanno dato parere favorevole e supportato scientificamente l’iniziativa anche in relazione alla sostenibilità ambientale.

“La nostra richiesta di riattivazione della tonnara – spiega il sindaco Giuseppe Pagoto – si basa soprattutto su due aspetti: da un lato potrebbe contribuire all’economia dell’isola dando lavoro diretto, anche se stagionale, a circa cento lavoratori, che si occuperebbero anche della preparazione delle strutture sino alla lavorazione del pescato; la cattura del tonno, dall’altro lato, sarebbe una particolare attrazione turistica in grado di fare arrivare a Favignana migliaia di visitatori in un periodo in cui ancora non si registrano considerevoli flussi turistici. Inevitabilmente, dell’attività della tonnara, beneficerebbe tutto il comparto turistico locale a partire dai ristoranti, dalle strutture ricettive e così via. Si vorrebbe significativamente contribuire a mantenere in vita un patrimonio culturale immateriale che ora solo pochi uomini, i tonnaroti, conoscono, e che nel momento in cui dovessero venir meno, determinerebbero la scomparsa della conoscenza della “civiltà della tonnara”.

Sviluppo delle attività locali attraverso processi virtuosi in grado di incrementare l’occupazione e

migliorare in modo duraturo la qualità di vita della comunità locale sperimentando nuove soluzioni e modalità di gestione del territorio: si punta anche a questo per promuovere, aumentare e diversificare una offerta turistica di qualità pronta ad accogliere in ogni stagione, capace di integrare nel flusso turistico anche altri prodotti e servizi che caratterizzano i luoghi. Alla promozione delle risorse naturali e storico-culturali esistenti nel territorio si associano come obiettivi la promozione del consumo consapevole del prodotto ittico della tonnara e la percezione nel consumatore e nel grande pubblico della sostenibilità ambientale della tonnara; inoltre, tutto questo va integrato con la condivisione dell’elevata qualità di alcuni prodotti agroalimentari tipici e di nicchia e la presenza di un’attività di pesca, che si vanno ad integrare con il turismo sportivo, ambientale ed enogastronomico.

Il programma della manifestazione prevede una serie di attività a Favignana, Levanzo e Marettimo che, come accennato, dureranno tre giorni dal 29 giugno all’1 luglio. A Favignana sabato 30 giugno: visita all’ex stabilimento Florio e giro dell’Isola, vite ed escursioni anche nelle altre isole.

Nel pomeriggio del 30 talk show nell’ex stabilimento Florio e a seguire cooking demo. Dopo i saluti di Giuseppe Pagoto, sindaco di Favignana e presidente FLAG – GAC Isole di Sicilia, e di Luigi Biondo, direttore del Polo Museale di Trapani “Pepoli”. Ad aprire il pomeriggio, saranno le poesie e le suggestioni musicali di Maria Guccione accompagnata da Josè Tammaro.

I temi saranno affrontati in tre sessioni con l’intermezzo musicale di Lelio Giannetto. Si parlerà di “Tonni e Tonnare: la storia fa la differenza” con il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto, Giovanni Basciano, vice presidente Agci grital, Franco Andaloro dell’ISPRA e Dario Cartabellotta, dirigente generale della Pesca della Regione Siciliana e presidente del Registro Identitario Pesca Mediterranea. A seguire “Nuove frontiere del food business” con Antonella De Santis, Gambero Rosso, Maria Guccione, esperto enogastronomico e storica, Peppe Giuffrè, cuciniere, Pino Maggiore, chef. Infine, “Tonno, tonnare, cultura e turismo” con Robert Piattelli, ideatore BTO di Firenze, Tony Siino, digital strategist, Dario La Rosa, giornalista e autore del progetto PLASTIC, Sebastiano Tusa, assessore regionale ai Beni culturali ed esperto e studioso cose del mare, Dario Cartabellotta, dirigente generale della Pesca della Regione Siciliana e presidente del Registro Identitario Pesca Mediterranea, Cleo Li Calzi, componente cda Gesap. Infine, verranno premiati i tonnaroti di Favignana.

Nei tre giorni sarà possibile nell’ex stabilimento Florio visitare la mostra pittorica su tonni e tonnare a cura di Grazia Pizzillo e la mostra fotografica di Iacopo Giannini dal titolo “Favignana, luoghi persone e tradizioni”. Inoltre, sono in programma visite guidate alla Grotta del Pozzo e al Centro Tartarughe dell’Area Marina Protetta.

Spazio anche per gli appassionati della bicicletta che domenica 1 luglio potranno partecipare a una pedalata gratuita alla scoperta di percorsi naturalistici Favignana, lungo uno degli itinenari ciclistici dell’isola: appuntamento alla Tonnara Florio, alle 18. La pedalata, che si inserisce nel progetto di sostenibilità ambientale Sole e Stelle delle Egadi, è organizzata dal Comune in collaborazione con Pescebello e FIAB, la Federazione Amici della Bicicletta. Quest’anno Favignana ha infatti ricevuto il massimo riconoscimento fra i comuni più ciclabili d’Italia.